La casa prosegue nel giardino e il giardino nel paesaggio.
E così, in ogni progetto analizzo il contesto, annoto le piante già presenti, osservo i materiali utilizzati, le pietre e le tinte naturali della terra, per legare con un filo verde il dentro al fuori.
Lo schizzo sul foglio è il primo passo, segue la scelta delle piante in base alla sfumatura e alla consistenza delle foglie, ai fiori che daranno e alla stagionalità. Gli accostamenti sono importanti, così da risaltare ogni angolo, valorizzando panorami per i quali l’Elba non è da meno, come a Mazzacorta, dove il giardino diventa lo scenario nel quale la macchia mediterranea fa da protagonista.
Lentisco e fillirea creano un continuum con la vegetazione presente e poi lavanda, elicriso, mirto, sono solo alcuni degli arbusti scelti che si armonizzano con i colori argentei delle chiome del piccolo oliveto.
E poi, un piccolo angolo di aromatiche per un giardino anche sensoriale, nel quale ti immergi come in un mare, ma di profumi.

GALLERY