È stato amore a prima vista, un vero stimolo creativo per noi che abbiamo aderito subito con entusiasmo al progetto di valorizzazione di Adriano Bacchella.
All’interno di casa Mazzacorta il legno è l’elemento predominante, recupero dell’esistente, ecosostenibile.
Dal cancello in pioppo anticato che introduce a un corridoio naturale tra ulivi, ai due divani in castagno che paiono zattere che invitano a una sosta per guardare la varietà di macchia mediterranea del giardino. E poi il grande tavolo di abete sostenuto da gambe in ferro ramato, i serramenti e gli infissi in frassino. Legno ovunque, pronto a essere risvegliato e rivitalizzato. La zona lounge della casa è stata ricreata sotto la suggestiva pergola dove i tronchi riesumati dalle spiagge dell’isola, sono sostegni per i travetti in abete e il tetto in bambù. Sull’altro lato della casa una cucina in noce nostrano sbiancato, integrata in una tettoia, è orientata in modo che chi la adopera possa volgere l’attenzione ai commensali seduti lungo l’enorme tavolata, scrutando in lontananza i contorni delle piccole dolomiti elbane…

GALLERY