Natura, luce, terra sono state le linee guida della ristrutturazione, seguite quasi all’unisono su tutti i fronti di intervento.
Dai pavimenti in calce naturale a basso spessore ma alta resistenza che rivestono le superfici senza fughe e interruzioni, alle pitture a calce dall’aspetto morbido e vellutato che riprendono antiche tradizioni pittoriche.
Tutte le piastrelle, interne ed esterne, sono state trattate per essere ricoperte di una malta particolare, mischiata con diversi pigmenti terra di siena bruciata e ocra che, sapientemente dosata, può fornire diversi gradi di nuance e dare, come risultato finale, una uniformità tra i diversi ambienti dall’effetto molto rilassante. Le scale cromatiche che vanno dai toni nocciola, al tortora sporcato di giallo, all’arancio, riprendono le tinte dei singoli elementi che compongono il paesaggio che fa da cornice alla casa: i tronchi lavati dal mare, la ghiaia, la terra che quando è troppo asciutta carica i toni del rossastro, il terreno roccioso, il tufo.
La scelta degli intonaci si è sposata infatti perfettamente con i colori del luogo.

GALLERY